Calcolo delle settimane di gravidanza: come fare il conteggio online

Come si calcolano le settimane di gravidanza? Vedremo bene come effettuare il calcolo direttamente online e gratuitamente. Uno dei momenti più importanti nella vita di ogni donna è sicuramente quello in cui si scopre di aspettare un bambino. Tra le tante domande che affollano la mente e i pensieri di una futura mamma, sicuramente la prima è: quando nascerà? Per quantificare le settimane della gravidanza e capire a che punto si è della gestazione, non è necessario chiedere al ginecologo; con dei semplici calcoli potreste essere benissimo in grado di scoprirlo da sole. L’importante è ricordarsi esattamente la data dell’ultimo ciclo di mestruazioni che avete avuto, poiché attraverso questa potrete facilmente accedere al calcolo delle settimane anche navigando online.

Come calcolare le settimane di gravidanza

Appena sarete certe del fatto di essere rimaste incinte, ovviamente, il primo passo sarà quello di prendere appuntamento dal ginecologo per tutti gli accertamenti e gli esami del caso. Se, quindi, il consulto medico vi sarà indispensabile durante tutti i nove mesi della gravidanza, per calcolare a quante settimane di gestazione siete arrivate, vi bastano delle semplici mosse fai da te. Innanzitutto bisogna sapere che la gravidanza non dura esattamente nove mesi, bensì quaranta settimane dall’inizio dell’ultima mestruazione fino alla data più probabile del parto; in ambito clinico ciò che fa più fede è la quantificazione delle settimane più che dei mesi: questo perché la durata dei mesi non è sempre la stessa, mentre invece una settimana è composta sempre da sette giorni.

Nel conteggio, perciò, bisogna ricordare non la data dell’ultimo rapporto “utile” (peraltro difficile da individuare esattamente), ma il primo giorno delle ultime mestruazioni. Infatti, mentre la data effettiva del preciso incontro tra spermatozoi e ovulo non è quasi mai certa, ogni donna che segna i giorni del ciclo sul calendario, sa perfettamente a che data risale la sua ultima mestruazione. Ciò vuol dire che le prime due settimane dopo la fine del ciclo, sono quelle che precedono il concepimento effettivo, avvenuto verosimilmente intorno alla metà del ciclo stesso (cioè nel periodo fertile durante i giorni dell’ovulazione) e che la gravidanza vera e propria si innesca dalla terza/quarta settimana. Inoltre, se si desidera una precisione completa, nel calcolo delle settimane, vanno aggiunti anche i giorni, che variano di mese in mese, secondo questo andamento:

Primo mese: dal primo giorno dell’ultima mestruazione a 4 settimane + 3 giorni

Secondo mese: dalla quarta settimana + 4 giorni all’ottava + 5 giorni

Terzo mese: dall’ottava settimana + 6 giorni alla tredicesima + 1 giorno

Quarto mese: dalla tredicesima + 2 giorni alla diciassettesima + 4 giorni

Quinto mese: dalla diciassettesima + 5 giorni alla ventunesima + 6 giorni

Sesto mese: dalla ventiduesima alla ventiseiesima + 2 giorni

Settimo mese: dalla ventiseiesima + 3 giorni alla trentesima + 4 giorni

Ottavo mese: dalla trentesima + 5 giorni alla trentacinquesima

Nono mese: dalla trentacinquesima + 1 giorno alla quarantesima

Calcolo online delle settimane di gestazione

Ma vediamo nel dettaglio come internet può venirvi in aiuto nel caso vogliate avventurarvi da sole nel calcolo della presunta data di nascita del vostro bimbo. Non è necessario impazzire con taccuini e calcolatrici, poiché il conteggio del periodo della gravidanza nel quale vi trovate potete farlo comodamente con il vostro computer. Esistono, infatti, numerose applicazioni e siti specializzati su tutto quello che c’è da sapere sulla maternità, che consentono di calcolare a quante settimane di gravidanza siete giunte e che danno anche indicazioni utili e precise sullo sviluppo del feto e sullo stato di salute della futura mamma, come abbiamo visto di recente nello speciale sulla gravidanza a 45 anni.

Sono dei veri e propri calcolatori nei quali bisogna inserire la data del primo giorno delle ultime mestruazioni avute (come abbiamo già spiegato) ed indicare la durata media del proprio ciclo; inserendo questi dati scoprirete quando nascerà il bambino, la data presunta del concepimento e la settimana di gravidanza nella quale vi trovate. Bisogna comunque sempre ricordare che qualsiasi calcolo facciate, anche il più preciso possibile, non sarà mai possibile stabilire con sicurezza il giorno effettivo della nascita, poiché si parla di date presunte e non certe; non sono rari i casi di donne (soprattutto primipare) che arrivano ad una gravidanza di 42 settimane e oltre, dove in questi casi il parto deve essere indotto. Inoltre in questi calcoli sono penalizzate maggiormente le donne che hanno cicli irregolari perché per loro è più difficile stabilire con certezza il periodo di ovulazione e quindi il giorno del concepimento.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*