Calorie pane: quante ne ha il pane integrale, bianco, di segale, azzimo e al carbone vegetale

Il pane è ombra di dubbio il Re della Tavola, ma quante calorie ha? E tutte le sue numerose varianti: integrale, bianco, di segalo, azzimo e al carbone vegetale, quanto ci costano a tavola, in termine di calorie? Scopriamolo insieme, cerchiamo di capire le diverse proprietà nutrizionali di questi alimenti.

Quante calorie ha il pane?

In questo mare magnum che è il mondo della panificazione, è difficile orientarsi su uno specifico tipo di pane e capire quanto incida sulla nostra dieta. Ognuna delle varianti di pane proposte dal mercato, presenta caratteristiche nutrizionali e benefici diversi, oltre al livello di calorie che varia in base alla tipologia.

Il pane è un alimento che come ben sappiamo, non può mancare sulle nostre tavole. Si usa per accompagnarlo alle verdure, come bruschetta o, perché no, per fare la famosa scarpetta. Ma per chi segue una dieta ipocalorica, questo alimento è un tabù da mangiare a piccole dosi, visto il suo alto contenuto di carboidrati. Malgrado questo, c’è da riconoscere che non tutti i tipi di pane hanno le stesse calorie.

Durante gli anni, le scoperte nutrizionali che si sono susseguite, hanno trasformato il pane in un cibo amato e odiato allo stesso tempo. Fonte basilare di carboidrati complessi nel nostro regime alimentare, il pane può essere consumato a patto di mangiarne ridotte quantità o come sostituto di altri alimenti come la pasta o le patate. Gli esperti infatti non consigliano di bandirlo dalla nostra dieta, poiché è indispensabile per mantenerci in salute e in perfetta forma fisica.

In una dieta equilibrata e raccomandata dai nutrizionisti, la quantità concessa di pane si aggira intorno ai 50 o ai 60 grammi a pasto, ma come già sottolineato, non tutti i pani sono uguali, perciò  teniamo d’occhio le calorie e cerchiamo di capire quali varianti sono adatte per mantenere un peso forma ideale.

Calorie pane bianco

Sono all’incirca 265 le calorie contenute in 100 grammi di pane bianco. Costituito dalla farina di frumento priva di crusca e germe, il pane bianco è il più quotato e il più presente sulle nostre tavole, ma a parità di calorie e di fibre è meglio optare per il pane integrale.

Calorie del pane integrale

Il pane integrale è il più indicato se si è a dieta, in quanto contiene un’altra percentuale di fibre, all’incirca 6,5 all’etto, assieme a poche calorie. Da non trascurare il suo famoso potere: quello di saziare la fame e stimolare l’intestino, grazie alla sua duplice costituzione: meno calorie  più fibre. E’ ottimo per accompagnare zuppe di legumi o ai cereali. Le calorie contenute in 100 grammi sono all’incirca 247.

Calorie pane di segale

Il così detto pane nero contiene 259 calorie in 100 grammi. Il suo indice glicemico è più basso rispetto a quello del pane bianco, e anche qui abbiamo un ricco contenuto di fibre a fronte di una bassissima presenza di glutine. Aiuta ad espellere le tossine e a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue. E’ un valido alleato contro la stitichezza ed è il miglior pane per i diabetici. Amico del metabolismo, il pane alla segale, insieme a quello ai cereali, è il più indicato in un regime ipocalorico.

Calorie pane azzimo

Il pane azzimo è la variante più celebre del pane e forse la più antica. Con il termine azzimo ci si riferisce a un pane preparato con farina cereale e acqua ma senza lievito e senza processi di fermentazione. Attenzione però, rispetto alla versione classica del pane, quello azzimo conta ben 377 calorie in 100 grammi. Il suo punto forte è sicuramente il fatto di essere un pane adatto a chi è intollerante ai lieviti; inoltre il suo basso contenuto di sale lo rende il tipo di pane ideale per chi segue una dieta orientata all’ipertensione.

Calorie del pane al carbone vegetale

Sul pane al carbone vegetale si è scatenata una vera e propria diatriba da parte del Ministero della salute, che lo considera un sostituto del pane, in quanto apporterebbe all’organismo caratteristiche pari a quelle di un integratore alimentare. Questa variante prevede un impasto classico con l’aggiunta del carbone vegetale, che gli conferisce il classico colore nero carbone.

Amato e discusso, questa novità presente da ormai un po’ di anni sulle nostre tavole inganna il commensale: ha infatti gli stessi valori nutrizionali del pane bianco, ben 307 calorie per 100 grammi. Scarseggia di vitamine e ha un ridotto quantitativo di Sali minerali.

La sua struttura porosa lo rende in gradi di catturare i gas, ecco spiegato perché si decantano le sue proprietà anti-gonfiori e anti-meteorismo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*