Peso Ideale Donne: calcolo in base all’altezza per 30, 40, 50, 60 anni e menopausa, tabella gratis

L’argomento del peso e dei chili in più è sempre delicato, soprattutto per le donne; la ricerca del peso ideale è una delle tante aspirazioni per molte di loro, dalle più giovani fino alle più mature. Quando si parla di peso, però, bisogna tenere conto di molti fattori e delle variabili che emergono quando si fa un discorso generale, che però riguarda degli individui singoli, che proprio per questo hanno necessità diverse. Due di queste variabili sono sicuramente l’altezza e l’età della donna: aiutandoci con una tabella gratis, vediamo il calcolo del peso ideale per donne di 30, 40, 50, 60 anni, e per quelle in menopausa.

Peso Ideale Donne: il calcolo in base all’altezza

Tralasciando le donne nate sotto una buona stella, quelle cioè che hanno una costituzione magra e un super metabolismo, tutte le altre passano la loro intera esistenza, o quasi, a tenere sotto controllo il loro peso: palestra, attività fisica, dieta regolare, massaggi per combattere gli inestetismi della cellulite; qualunque rimedio considerato utile per perdere peso e tonificare il corpo, è ben accetto dalle donne che aspirano ad un peso forma perfetto. C’è chi si impunta e, con tanta volontà e spirito di sacrificio, riesce a sfoggiare un fisico tonico e asciutto; ma ci sono anche coloro che nonostante i tanti sforzi, ma forse anche per pigrizia e trascuratezza, non riescono a raggiungere e a mantenere la forma fisica a cui aspirano. Quando si parla di peso forma e di peso ideale, comunque, si deve anche tenere a mente che questi variano in base ad alcune caratteristiche fisiche ben precise; soprattutto come è ovvio, l’altezza è un fattore determinante quando si parla di forma fisica. Come è intuibile una donna molto alta, non potrà avere lo stesso peso forma di un’altra donna di media o bassa statura; e quindi nella ricerca del peso ideale, oltre alle famose misure che riguardano la vita e i fianchi, va presa in considerazione prima di tutto anche l’altezza. Raggiungere il famigerato peso ideale, tuttavia, non è solamente una questione che si deve riferire alla bellezza e allo star bene con sé stesse; rientrare in certi parametri fisici è necessario soprattutto per evitare di incorrere in gravi patologie che insorgono quando si accumulano troppi chili, o che comunque vengono peggiorate da una trascuratezza a livello fisico. Ecco perché il peso ideale è così ambito: non è solo una questione di estetica, ma riguarda soprattutto la salute.

Proprio in base a queste considerazioni bisogna fare un importante chiarimento: il peso ideale inteso in senso estetico, non ha dei parametri matematici. Infatti questo può cambiare a seconda della percezione della persona, che è necessariamente influenzata dal contesto storico e sociale nel quale vive. Oggi ad esempio nella società occidentale e nei paesi sviluppati, si preferisce un modello estetico di donna che corrisponde a dei canoni molto diversi rispetto ad un secolo fa; basta guardare un qualsiasi concorso di bellezza, o le protagoniste di serie tv e cinema, o ancora le influencer di punta e le fashion blogger più famose, per accorgersi che oggi quello che si preferisce in una donna, è la sua magrezza. Il peso ideale è verosimilmente sceso, quindi, perché si ricollega a dei canoni estetici che promuovono una donna eterea e filiforme; non era così nei secoli scorsi, quando soprattutto a causa di diverse condizioni sociali e sanitarie, si preferiva una donna dalle forme più morbide e piene. Se lo si considera sotto questo punto di vista, quindi, il peso ideale non coincide esattamente con il peso forma, perché una donna può rientrare nel suo peso forma, ma non sentirsi ancora appagata e soddisfatta quando si guarda allo specchio. Infatti il peso ideale non deve essere confuso con i valori che indicano il peso normale entro il quale si deve attenere una persona per essere considerata sana, e che hanno dei range abbastanza ampi nei quali rientrare. Se volessimo comunque calcolare il peso ideale di un individuo in base a dei valori specifici, come appunto l’altezza, bisogna tenere a mente che innanzitutto i valori delle formule matematiche da applicare variano a seconda se si tratta di un uomo o di una donna. Un uomo, infatti, parte con una massa muscolare maggiore, e quindi anche i valori da inserire nel suo calcolo saranno diversi.

Infatti quando si procede al calcolo del peso ideale, si deve tenere conto dell’altezza, e lo si deve fare attraverso una precisa formula matematica; partendo da una formula più generale, si può dire che il peso ideale di un individuo, corrisponde al quadrato della sua altezza, moltiplicato per 22. Facendo un esempio, quindi, una persona che ha un’altezza di un 1,70 m, dovrebbe procedere a questo calcolo: 1,70 x 1,70 x 22 = 63,58 kg. Questo il calcolo matematico, che però non tiene conto in questo caso di una variabile importante che a noi invece interessa, e cioè quella che riguarda il genere dell’individuo in questione. Infatti per quanto riguarda gli uomini, se è vero che la formula non cambia, si deve però modificare leggermente il valore con il quale moltiplicare il quadrato dell’altezza: non sarà più 22, ma 22,1. Questo perché, come già detto, un uomo generalmente ha una massa muscolare superiore rispetto a quella di una donna, e di questa va tenuto conto; discorso diverso, quindi, per la sfera femminile. In questo caso, come è intuibile, il valore con cui moltiplicare il quadrato dell’altezza, non sale, seppur di poco, come per l’uomo, bensì scende fino a 20,6. Di conseguenza una donna che è alta 1,70 m, avrà un peso ideale inferiore ai 63,58 kg di cui abbiamo parlato; precisamente il calcolo in base all’altezza per una donna sarà così strutturato: 1,70 x 1,70 x 20,6 = 59,5 kg. Quando si parla di peso ideale, perciò, e lo si vuole fare usando le formule matematiche per mirare a calcolare i chilogrammi esatti, non si deve solo tenere conto dell’altezza e procedere al calcolo, ma anche considerare il genere di appartenenza e regolarsi di conseguenza.

Donne: peso ideale per 30, 40, 50 anni, ecco la tabella gratis

Come abbiamo visto, quindi, bisogna fare una distinzione importante tra quello che è il peso forma, e quello che invece si considera il peso ideale; il peso forma, infatti, prevede che si debba rientrare in un range di peso piuttosto ampio, più o meno di una decina di chili, e quindi può essere anche soggettivo il sentirsi nella forma ottimale, oppure il sentire l’esigenza di calare qualche chilo per raggiungere un peso con il quale ci si vede meglio allo specchio. Il peso ideale, invece, come abbiamo visto prevede che debba essere calcolato attraverso una precisa formula matematica, e quindi lascia poco spazio all’interpretazione; a seconda dell’altezza per ambire al peso ideale si deve avere un determinato e preciso peso. Possiamo perciò affermare che l’altezza è una variabile fondamentale quando si parla di peso ideale, e che assieme a questo concorrono anche altri fattori determinanti, come il sesso di appartenenza del soggetto, la sua età, il tipo di ossatura e quindi la corporatura, e infine tutte quelle patologie che possono determinare degli squilibri dell’organismo come i problemi che riguardano la tiroide, oppure l’elevato trattenimento di liquidi dovuto alla ritenzione idrica. Tutti questi fattori influenzano in maniera decisiva quello che è il peso ideale delle donne e degli uomini; questo fa sì che una volta messi a confronto tutti questi dati, il risultato sarà molto personale e quindi indicherà con molta precisione il peso di riferimento che al quale si dovrebbe ambire. Oltre al calcolo del peso ideale in base all’altezza, del quale abbiamo appena parlato, anche l’età incide sicuramente sui chili che idealmente dovrebbe avere una donna per sembrare perfetta.

Riferendoci proprio all’età possiamo affermare che per quanto riguarda le donne, tutte coloro che si ritrovano ad avere più di 25 anni, devono attenersi al calcolo in base all’altezza che si è fatto prima, per sapere il loro peso ideale. Tutte coloro, quindi, che si trovano vicine ai 30, 40 e 50 anni, devono tenere conto che per sapere quanti chili dovrebbero smaltire per raggiungere la forma perfetta, dovrebbero prima affidarsi a delle formule matematiche, o quantomeno ricorrere a delle tabelle che calcolano il peso ideale in base all’altezza e all’età del soggetto in questione. Attraverso determinati valori, infatti, è possibile calcolare un altro fattore molto importante quando si parla di peso ideale, e cioè il BMI, ovvero l’indice di massa corporea; si tratta di un valore che indica in maniera precisa qual è l’entità della massa grassa da smaltire, andando ad indicare con precisione proprio tutta quella parte del nostro corpo che è da togliere quando si vuole ambire a raggiungere il peso ideale. È un dato che si deve calcolare, anche questo, attraverso la relazione tra parametri decisivi, e che una volta che si sono inseriti i giusti dati in un qualsiasi calcolatore elettronico, vi aiuterà a capire meglio il vostro fisico. Innanzitutto si deve partire nell’inserire tutti quei valori importanti e fondamentali dei quali abbiamo parlato, e cioè altezza in centimetri, età, peso in chilogrammi, sesso di appartenenza.

Ma non bastano solo questi valori quando si vuole calcolare l’indice di massa corporea; bisogna infatti aggiungere altri tre dati indispensabili: si tratta della circonferenza dei fianchi, della vita e del collo. Questi vanno misurati in maniera leggermente diversa a seconda che si tratti di uomini o donne; per quanto riguarda gli uomini, infatti, non c’è bisogno di misurare la circonferenza dei fianchi, mentre riguardo alla vita, questa va misurata esattamente all’altezza dell’ombelico. Discorso leggermente differente per le donne: i fianchi vanno assolutamente misurati, mentre per quanto riguarda la vita, si deve prendere in considerazione il cosiddetto punto vita, cioè quel punto in cui la vita risulta essere più magra e stretta. Una volta prese tutte le misure in maniera corretta, e inseriti i dati esatti nel calcolatore, si avrà il famoso BMI, cioè quel fattore determinante in ogni dieta, che fa capire quanto della nostra corporatura sia grasso, e quanto sia massa muscolare o altro. Una volta saputo il risultato bisogna comunque cercare di capire cosa ci vuole dire questo indice; vediamo di saperne qualcosa in più attraverso una tabella gratis. Bisogna interpretare il valore secondo una scala: se è compreso tra 18 e 22, allora si è normopeso; se il valore è compreso tra 22,5 e 30 allora il soggetto in questione potrebbe essere in sovrappeso; se invece supera i 30, allora vuol dire che si è in una condizione di obesità. In alcuni casi questo valore, invece, può essere addirittura inferiore ai 18: un indice così basso indica sicuramente una situazione di sottopeso.

Donne di 60 anni e in menopausa: ecco il loro peso ideale

Secondo questo rapido calcolo, quindi, si può avere un’indicazione molto utile per tutte le donne che vorrebbero avere qualche informazione in più prima di iniziare una dieta di qualsiasi tipo; l’indice di massa grassa, infatti, è un dato molto utile per capire più di sé stesse prima di lanciarsi in diete troppo drastiche o troppo fantasiose. Bisogna infatti ricordare che per tutte le normopeso, anche se non si rientra nel peso ideale, sono sconsigliate tutte quelle diete troppo integraliste, mentre per coloro che rientrano nei valori dell’obesità o, al contrario, del sottopeso, è bene rivolgersi prima di tutto ad uno specialista. Tuttavia anche un indice molto preciso come può essere quello della massa grassa andrebbe preso con le pinze, visto che sul peso di un individuo incidono tanti altri fattori come abbiamo visto, e bisogna sempre tenere a mente la presenza, ad esempio, di patologie pregresse, come disfunzioni ghiandolari o altro. Abbiamo visto, inoltre, come anche il fattore dell’età possa essere decisivo quando si parla di peso e di forma fisica; i parametri dei quali abbiamo parlato fino ad ora, infatti, sono da riferire a donne che hanno superato i 25 anni e che si trovano ad avere 30, 40, 50 anni di età, e che sono quindi ancora nel pieno della loro forma fisica. Il discorso cambia, però, se ci si riferisce a donne che hanno superato una certa soglia di età, e che sono quindi entrate in un’altra fase della loro vita.

Stiamo parlando ovviamente di tutte coloro che si stanno avvicinando alla menopausa, che ne avvertono i primi segnali, o che avendo 60 anni e passa sono già nel periodo della menopausa da qualche tempo; in questo caso, allora, tutte le donne che si trovano nella sindrome menopausale già da qualche tempo sanno benissimo che il problema del peso, in un’età e in un periodo così delicato, può diventare ancora più pressante. Questo perché perdere peso in menopausa diventa ancora più difficile, e molte donne non fanno fatica ad accorgersi che nonostante l’impegno di mantenere la stessa dieta anche negli anni della maturità, tuttavia a parità di cibo ingerito si tende ad acquisire peso. È stato calcolato addirittura che una donna in menopausa, pur mantenendo lo stesso stile di vita, tende ad acquistare almeno due chili in un anno; viene da sé, quindi, che ingrassare in menopausa è molto più facile, e di conseguenza il processo di dimagrimento per perdere peso può complicarsi ulteriormente. Questo perché tra i tanti squilibri ormonali che capitano ad una donna che è in menopausa, o che sta per entrarci del tutto, si devono annoverare anche quelli che riguardano il metabolismo, che non lavora più in maniera attiva come negli anni precedenti. È soprattutto il metabolismo basale quello ad impigrirsi di più, cioè quello che si occupa di bruciare calorie quando si è a riposo, e quindi quello che si preoccupa di mantenere allo stesso ritmo le funzioni vitali.

Questo calo di rendimento del metabolismo è dovuto soprattutto ad un calo anche della massa muscolare, che da una certa età in poi viene necessariamente a ridursi sempre di più; viene da sé, quindi, che quando una donna è in menopausa deve fare qualche sforzo in più se vuole raggiungere o mantenere il suo peso ideale, ma soprattutto i valori indicati precedentemente dalla tabella gratis riguardo alla massa grassa, non valgono in ugual misura per una donna che sia in menopausa, o che comunque sia vicina o abbia superato i 60 anni. In questo caso, infatti, l’indice di massa corporea ideale deve essere spostato e per tutte quelle donne che hanno superato i 50 anni in particolare, un buon valore di indice BMI è da attestarsi tra i valori di 23 e 28. Questo almeno fino alla fase della vecchiaia, quando l’indice dovrà abbassarsi nuovamente e ritornare ai normali livelli descritti in precedenza. Quello che si consiglia, quindi, a tutte le donne che si stanno avvicinando al fatidico momento della menopausa, o che lo stanno vivendo proprio in questo momento, è di non lasciarsi abbattere dal leggero cambiamento fisico al quale saranno necessariamente sottoposte; mantenendo il metabolismo attivo con una sana attività fisica e ripartendo in maniera saggia le calorie da assumere giornalmente, ogni donna può sfoggiare il fisico che vuole a qualsiasi età, rientrando anche nel tanto agognato peso ideale.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*