Alimenti che abbassano la pressione: cosa mangiare contro la pressione alta

Alimenti che abbassano la pressione

La pressione alta è uno dei problemi di salute più diffusi, e anche potenzialmente molto pericoloso: se non tenuta costantemente sotto controllo, infatti, gli sbalzi di pressione potrebbero fare brutti scherzi. Nei casi più gravi si può moderare e rendere costante attraverso l’assunzione di medicinali, ma è bene soprattutto ricordare che un rimedio importante per non far alzare la pressione, è quello di seguire una dieta equilibrata. Sapere cosa mangiare, infatti, è molto importante, perché ci sono degli alimenti specifici che abbassano la pressione e che sono di grande aiuto per il miglioramento generale dello stile di vita.

Pressione alta: cosa mangiare per abbassarla?

Valori oltre la norma della pressione arteriosa possono portare molto spesso all’ipertensione; non è nemmeno sempre facile avvertirne i sintomi, perché a questa patologia il corpo potrebbe abituarsi un po’ alla volta, eppure l’ipertensione e una pressione alta sono le cause di malattie cardiovascolari gravi, come lo scompenso cardiaco, l’infarto del miocardio, l’ictus, l’insufficienza renale e altre malattie arteriosa periferiche. I sintomi si manifestano, a volte, con la comparsa di epistassi, ronzii nelle orecchie, vista annebbiata con presenza di puntini luminosi davanti agli occhi, mal di testa e vertigini, soprattutto la mattina. Tuttavia, come detto, l’ipertensione potrebbe anche essere del tutto asintomatica, e quindi è sempre bene controllare la pressione di tanto in tanto, per vedere se i valori sono nella norma. Valori superiori a 140 mmHg per la massima (135 mmHg se a domicilio) e a 90 mmHg per la minima (85 mmHg se a domicilio), segnano che il soggetto in questione soffre di pressione alta, e questo dovrebbe far suonare un campanello d’allarme. Nei casi più gravi e per le persone particolarmente predisposte, il medico potrebbe consigliare una terapia medica da portare avanti per tutta la vita, ma soprattutto il consiglio più importante è quello di intraprendere un regime alimentare specifico, che aiuti a mantenere la pressione nella norma in maniera naturale.

L’eccesso di peso, infatti, è una delle cause dei valori sballati della pressione arteriosa, perché il cuore è costretto a lavorare di più per pompare il sangue in tutto il corpo; prima di tutto, quindi, mantenere il peso nella norma, anche attraverso un’equilibrata attività fisica, è fondamentale. Di conseguenza, perciò, è importante sapere bene cosa mangiare nel caso in cui si soffra di pressione alta, ma soprattutto cosa evitare: è stato infatti dimostrato che l’assunzione di sale marino sia dannosa per il cuore e che sia una delle cause maggiori dell’ipertensione. L’assunzione elevata del sodio presente nel sangue, infatti, aumenta il rischio di malattie cardiocircolatorie, andando a creare problemi ai vasi sanguigni e al cuore. Per tutti, anche per chi non soffre di ipertensione e patologie collegate, è bene infatti che non si superino mai o 5 grammi di sale al giorno, perché un basso apporto di sale riduce l’incidenza di infarto e ictus. In un regime alimentare equilibrato, quindi, non basta solo misurare le porzioni e scegliere gli alimenti da prediligere; l’importante è ricordarsi di ridurre drasticamente l’uso del sale e, nei casi più gravi, eliminarlo del tutto.

Gli alimenti che abbassano la pressione

Stop, quindi, al sale e a tutte le salse troppo saporite che ne abbondano, come ketchup e senape; cercare di rendere saporite le vostre pietanze con altri rimedi, come olio evo e limone. Da evitare anche il caffè, la liquirizia e gli insaccati o la carne rossa: questa infatti, aumentando il colesterolo, potrebbe portare a problemi nella circolazione cardiocircolatoria. Ci sono, comunque, degli alimenti specifici contro la pressione alta e tra questi indichiamo l’aglio: è vero non è sempre amato da tutti, eppure la sua metabolizzazione ha un ottimo potere vasodilatante che è ottimo per chi soffre di ipertensione.

Di alimenti che abbassano la pressione ce ne sono altri, comunque, per chi non ama particolarmente il sapore forte dell’aglio: una piccola porzione di cioccolato amaro (non più di 10 g) aiuta a ridurre i valori alti della pressione, così come il mirtillo. Da prediligere, inoltre, sono tutti quegli alimenti ricchi di fibre e amido, ricordando che anche i metodi di cottura sono importanti: rinunciate a fritture e cotture in padella, e prediligete quelle a vapore o nel forno. Infine tra la verdura, prediligete il pomodoro (ricco di potassio che tiene bassa la pressione) e la barbabietola rossa.

Disclaimer

Su benesseredonnaonline.it sono presenti articoli promozionali con lo scopo di vendita del prodotto sponsorizzato. Tutte le informazioni presenti sul sito hanno esclusivamente uno scopo informativo e possono essere modificate e/o rimosse in qualunque momento. Il sito benesseredonnaonline.it raccomanda di consultare il proprio medico prima di utilizzare un prodotto e non si assume alcuna responsabilità sul cattivo utilizzo che gli utenti potrebbero fare delle indicazioni riportate sulle pagine del sito stesso. <il sito benesseredonnaonline.it non può essere ritenuto responsabile circa la completezza, la veridicità e l’accuratezza del materiale pubblicato (incluse le opinioni di utilizzatori ed esperti estratte dai siti di vendita dei prodotti, da social network o forum) né per qualsiasi eventuale danno causato dall’utilizzo di tali informazioni.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*