Dove si trova l’appendice nel corpo umano e relativi sintomi: a destra o sinistra?

Appendice dove si trova

L’appendice è una formazione tubulare dell’intestino crasso, posta sotto la valvola ileo-ciecale. Scopriamo dove è situata nel corpo umano, se a destra o sinistra, e quali sono i sintomi di quando si infiamma.

Per via della sua somiglianza a un lombrico è detta vermiforme. Presenta una superficie roseo grigiastra e se si infiamma diventa di colore rosso vivo o violaceo.

Cos’è l’appendice e dove si trova?

L’appendice è un prolungamento dell’intestino crasso. Presenta la forma di un piccolo tubo cilindrico lungo circa 5 o 9 cm e largo 7 mm. Nei bambini è più lunga rispetto agli anziani. Per diverso tempo si è pensato che fosse una parte inutile del corpo. In verità però l’appendice rappresenta un’importante riserva di batteri buoni per le difese immunitarie.

L’appendice si trova nel quadrante inferiore destro dell’addome umano. È molto importante conoscerne la posizione nel corpo per capire se dei disturbi presenti  nella persona possono essere legati a una sua infiammazione. In linea di massima il dolore tende a manifestarsi a destra. Tuttavia qualche volta dei disturbi possono presentarsi anche al  lato sinistro del corpo, oppure confondersi con altri tipi di sintomi.

Sintomi dell’appendice infiammata

Poiché l’appendice è costituita da tessuto linfatico con la funzione di filtro, può tendere a infiammarsi. Tale forma di infiammazione è detta appendicite. Se raggiunge uno stadio acuto l’appendice va necessariamente asportata chirurgicamente. Questo genere di intervento è detto appendicectomia. L’appendicite è causata da un’ostruzione della cavità dell’appendice che può essere causata da parassiti, neoplasie o calcoli biliari.

Si tratta di una malattia abbastanza diffusa e colpisce indifferentemente uomini e donne, specialmente tra il 2° e il 3° anno di vita. Il fenomeno si presenta con meno intensità invece tra le popolazioni asiatiche e africane. In Italia si manifesta ogni anno con percentuali di una certa importanza.

L’ostruzione determina un aumento della pressione nell’appendice e una conseguente proliferazione di batteri all’interno. Nei casi più gravi l’appendicite può degenerare e rompersi generando la peritonite o la sepsi.  La peritonite  è  una grave infiammazione del peritoneo, che può perfino mettere a rischio la vita stessa del paziente.

Ma quali sono i sintomi dell’appendicite? In realtà non esistono dei sintomi del tutto specifici e facilmente inviduabili- L’infiammazione dell’appendice in linea generale si manifesta con dolori in diversi punti del corpo. Quello più noto è il punto di McBurney che si trova sulla linea spino ombelicale destra. Sempre sulla stessa linea si trovano con posizione leggermente diversa il punto di Morris, di Munro, di Lanz, di Clado ecc.

I sintomi più comuni dell’appendicite sono il dolore addominale al quadrante inferiore destro, vomito, nausea e inappetenza. Nel 40% circa dei casi tuttavia non si presenta questo genere di sintomi. Nei casi in cui non si riesce a risalire tramite segni e sintomi la diagnosi può essere effettuata tramite esami di laboratorio e alcuni test specifici come l’ecografia e la tomografia computerizzata.

Gli esami solitamente segnalano la presenza di un’infiammazione quando vi è una leucocitosi neutrofila importante.  Altri tipi di sintomi tipici dell’appendicite sono diarrea, stipsi e febbre intorno ai 38° C.  Solitamente però l’appendicite si manifesta con un forte e improvviso dolore addominale e non sono pertanto mancati alcuni casi di decesso. A tal proposito sono particolarmente a rischio i bimbi molto piccoli; gli anziani per la facilità con cui si possono confondere i sintomi con altre patologie legate all’età; donne in stato di gravidanza a causa dello spostamento dell’appendice nell’utero gravido e la possibilità di confondere i sintomi con nausea e vomito gravidici.

Solitamente l’appendicite acuta viene trattata con la rimozione chirurgica dell’appendice, tramite un’incisione aperta nell’addome oppure in laparoscopia. Nella fase antecedente il paziente viene solitamente sottoposto a terapia antibiotica.

In genere non è del tutto semplice fare una diagnosi dell’appendice infiammata a causa di diverse patologie che possono presentare aspetti simili. Accade infatti che l’appendicite può essere confusa con colica renale, cistite o perfino indigestione creando quindi problemi per una valutazione chirurgica tempestiva.

In ogni caso i sintomi dell’appendicite non vanno mai sottovalutati, può infatti accadere che si localizzino anche a sinistra. Sconsigliato il fai da te, così come sottovalutare il problema. Rivolgersi al proprio medico curante è dunque la soluzione migliore qualora si presentassero dei disturbi sospetti. Il trattamento deve infatti avvenire in maniera tempestiva non appena si manifestano i sintomi per evitare delle conseguenze negative.

Disclaimer

Su benesseredonnaonline.it sono presenti articoli promozionali con lo scopo di vendita del prodotto sponsorizzato. Tutte le informazioni presenti sul sito hanno esclusivamente uno scopo informativo e possono essere modificate e/o rimosse in qualunque momento. Il sito benesseredonnaonline.it raccomanda di consultare il proprio medico prima di utilizzare un prodotto e non si assume alcuna responsabilità sul cattivo utilizzo che gli utenti potrebbero fare delle indicazioni riportate sulle pagine del sito stesso. <il sito benesseredonnaonline.it non può essere ritenuto responsabile circa la completezza, la veridicità e l’accuratezza del materiale pubblicato (incluse le opinioni di utilizzatori ed esperti estratte dai siti di vendita dei prodotti, da social network o forum) né per qualsiasi eventuale danno causato dall’utilizzo di tali informazioni.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*