Calorie Mozzarella di Bufala Campana: quante ne ha, info sui valori nutrizionali

Calorie mozzarella di bufala campana

La Mozzarella di Bufala Campana è uno degli alimenti italiani più famosi al mondo: sulla pizza, da sola, in insalata e in varie altre ricette, questo particolare tipo di mozzarella è considerata la migliore qualità possibile tra i latticini. Ma quante informazioni conosciamo davvero sulla Mozzarella di Bufala Campana? Nonostante la sua fama, infatti, spesso si conosce poco delle particolarità di questo prodotto alimentare, ad esempio si hanno poche info sulle calorie che possiede. Scopriamo allora qualcosa in più su quello che è un orgoglio italiano, a partire dai suoi valori nutrizionali.

Quante calorie ha la Mozzarella di Bufala Campana?

La Mozzarella di Bufala Campana è una specialità del sud Italia che nel tempo ha fatto il giro di tutto il mondo; riconosciuta universalmente come una mozzarella molto più buona e prelibata, questo particolare tipo di latticino proviene, come è chiaro già dal nome, dall’area campana e prevede una lavorazione diversa a seconda delle due maggiori zone di provenienza: l’area di Caserta e l’area di Salerno. I due tipi sono entrambi molto ricercati e si distinguono soprattutto per la diversa consistenza della pelle esteriore: la mozzarella di bufala salernitana, infatti, sarà più sottile e quasi inconsistente, mentre quella di origine casertana è formata da una pelle più resistente e salata. Questo perché cambiando zona di provenienza, cambia anche il modo di lavorazione: nei dintorni di Caserta le mozzarelle di bufala vengono immerse nella salamoia, con una soluzione salina che varia da caseificio a caseificio, invece nella zona di Salerno la salatura avviene nel liquido di conservazione delle mozzarelle. La sostanza comunque non cambia, perché entrambe le tipologie sono riconosciute a livello nazionale e non solo, come altamente prelibate, grazie alla lavorazione di qualità e alla filtratura del latte delle bufale, una varietà di mucche che produce questo latte particolarmente riconoscibile. Proprio la sua qualità la rende uno dei prodotti alimentari italiani più ricercati, buona da gustare da sola, nella caprese con un filo d’olio e del basilico, anche se gli stessi campani, e non solo, la mangiano e la prediligono anche sulla pizza margherita, al posto della mozzarella semplice. La bontà, quindi, è indiscutibile, ma proprio per questo si tende a pensare che coniugare la mozzarella di bufala campana e una eventuale dieta, sia pressoché impossibile. Ma è la verità? Davvero in un regime alimentare controllato si deve rinunciare per forza mozzarella di bufala?

In realtà chiunque volesse iniziare una dieta (si intende ovviamente una dieta mediterranea, che quindi preveda la varietà degli alimenti da mangiare, e non altri regimi particolarmente restrittivi con il latte e i suoi derivati), può tranquillamente inserire nel programma settimanale dei cibi consentiti anche la mozzarella di bufala campana. La comune idea che la mozzarella di bufala non sia propriamente l’alimento ideale quando si vuole perdere peso, è legata al fatto che comunque si sta parlando di un latticino di derivazione vaccina, e si sa che il latte di mucca e i suoi derivati sono tra i più calorici in circolazione. Quello che va tenuto in considerazione, però, è soprattutto il fatto che si sta parlando comunque di un prodotto molto sano, di origine controllata, ricco di elementi nutritivi che sono un toccasana per la salute; inoltre la mozzarella di bufala campana, rispetto agli altri tipi, contiene meno sale del previsto, e quindi è consigliata anche per tutti coloro che hanno problemi di ipertensione, o cardiaci in generale. Di conseguenza si caratterizza per essere uno dei prodotti più magri e salutari tra tutti quelli caseari, che può essere consumato senza problemi anche sotto un ristretto regime dietetico, seppur con le dovute precauzioni. Andando a dare un’occhiata alle calorie, infatti, la mozzarella di bufala contiene all’incirca sulle 270 kcal ogni 100 grammi; a parità di peso è molto più leggera di altri formaggi e latticini, come la robiola, il parmigiano, la burrata, l’Asiago e la groviera. Ovviamente va assunta con un occhio particolare al peso, perché una mozzarella di bufala intera, pesa più o meno 250 grammi, e quindi le calorie si aggirano intorno alle 620 in totale. Meglio allora privilegiare i bocconcini di bufala, da 50 grammi ognuno, e 123 calorie in totale, poiché più piccoli e gestibili in una dieta ben bilanciata.

Mozzarella di Bufala Campana: valori nutrizionali

La mozzarella di Bufala Campana come abbiamo visto è quindi sicuramente più magra di quello che si pensa, e di tanti altri prodotti caseari di derivazione vaccina; a parità di peso è anche più leggera rispetto a 100 gr di pasta scondita o a 100 gr di pane. Tuttavia il confronto con il fior di latte semplice vede la mozzarella di bufala come un alimento più grasso e sostanzioso, seppur di un minimo percentuale; questo perché anche se si discostano di poco per quanto riguarda le calorie, la mozzarella di bufala si caratterizza per essere più grassa rispetto al classico fior di latte. Dando un’occhiata ai valori nutrizionali, infatti, vediamo come il totale delle calorie per 100 grammi per il fior di latte, sia di 250 kcal, solo venti in meno, quindi, rispetto alla mozzarella di bufala.

Verificando, invece, le quantità di grassi presenti, ci si accorge che la mozzarella di bufala ne contiene 21 grammi, rispetto al fior di latte, che ne ha 15,6 grammi ogni 100 g. La differenza, quindi, non è molta, se da una parte infatti la mozzarella di bufala campana si caratterizza per essere meno salata, dall’altra è leggermente più grassa delle comuni mozzarelle. Ma quali sono le altre info che la riguardano sui valori nutrizionali? Ebbene oltre ai valori delle calorie e dei grassi, dei quali abbiamo appena parlato, la mozzarella di bufala avrebbe un basso contenuto di lattosio (il che la rende molto più digeribile rispetto ad altri latticini), precisamente lo 0,3%; inoltre i carboidrati presenti, sempre ogni 100 grammi, si aggirano intorno ad 1,1 g, mentre ha un basso contenuto proteico in confronto ad altri prodotti caseari (come il fior di latte): si parla di valori che si aggirano intorno ai 13 g ogni 100 grammi di peso.

Disclaimer

Su benesseredonnaonline.it sono presenti articoli promozionali con lo scopo di vendita del prodotto sponsorizzato. Tutte le informazioni presenti sul sito hanno esclusivamente uno scopo informativo e possono essere modificate e/o rimosse in qualunque momento. Il sito benesseredonnaonline.it raccomanda di consultare il proprio medico prima di utilizzare un prodotto e non si assume alcuna responsabilità sul cattivo utilizzo che gli utenti potrebbero fare delle indicazioni riportate sulle pagine del sito stesso. <il sito benesseredonnaonline.it non può essere ritenuto responsabile circa la completezza, la veridicità e l’accuratezza del materiale pubblicato (incluse le opinioni di utilizzatori ed esperti estratte dai siti di vendita dei prodotti, da social network o forum) né per qualsiasi eventuale danno causato dall’utilizzo di tali informazioni.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*