Ceretta in gravidanza all’inguine e sulla pancia: si può fare o è pericolosa?

Ceretta in gravidanza

Tante donne si chiedono se è possibile fare la ceretta all’inguine e sulla pancia durante la gravidanza, oppure se farlo risulta essere dannoso per la salute di sé stesse e del bambino. Per rispondere alla nostra domanda vediamo cosa provoca  l’utilizzo della ceretta in questo periodo particolare per la donna.

Gravidanza: la ceretta è pericolosa?

In generale la depilazione rende sicuramente la pelle più fragile poiché la priva dello strato protettivo superficiale e la espone maggiormente alle aggressioni ambientali. In particolare la ceretta comporta un trauma alla pelle dovuto allo strappo e il calore della cera a sua volta comporta una vasodilatazione. Tutto ciò provoca un micro trauma al quale si può essere maggiormente sensibili in gravidanza, dato che i capillari superficiali sono più fragili.

Inoltre, durante la gravidanza, l’aumento del peso corporeo comporta una situazione vascolare meno favorevole e gli ormoni vanno a influire  negativamente sul microcircolo, indebolendo le pareti dei vasi. Per cui è meglio evitare di stressare ulteriormente i capillari e le vene con il calore della ceretta. Durante i nove mesi è consigliabile preferire la ceretta a freddo anziché la ceretta a caldo, scegliendo le strisce già pronte all’uso o affidandosi all’estetista, soprattutto quando la pancia aumenta di volume e depilare alcune zone del corpo diventa difficile.

E’ bene precisare che la cera a freddo è indicata per le piccole superfici mentre è assolutamente sconsigliata per le gambe per via della comparsa dei capillari. Infine è bene sapere che la quantità di estrogeni prodotta dalla placenta influisce sull’attività del follicolo pilo-sebaceo e ciò riduce la crescita dei peli. Per effetto combinato degli ormoni i capelli si fortificano e i peli superflui si indeboliscono.

Questo fenomeno è evidente soprattutto a partire dal quarto mese quando la placenta entra in piena attività. Per cui la crescita del  pelo durante la gravidanza non sarà quella che avete di solito e quasi sicuramente le vostre abitudini depilatorie subiranno un cambiamento anche per questa ragione.

E’ meglio evitare la ceretta sulla pancia e l’inguine in gravidanza?

Innanzitutto ricordate che mentre il pancione cresce…. cresce anche la pressione dell’utero sul sistema circolatorio; per cui niente strappi violenti! Se avete necessità di depilarvi sul pancione non utilizzate assolutamente la cera a caldo perché è meglio evitare un calore eccessivo in quella zona ma preferite la cera a freddo che è anche nettamente più sicura delle creme depilatorie.

Per quanto riguarda l’inguine, così come alle braccia, si può fare uso di cera ma è importante stare bene attenti all’origine della cera utilizzata: deve essere di origine naturale! Ma mi raccomando state sempre attente a non stressare troppo parti già delicate come le zone dove i capillari sono in evidenza.

Le alternative alla ceretta in gravidanza

Esistono molte alternative alla classica cera tra cui la cera orientale ovvero una specie di palla composta di zucchero, miele, acqua e limone che si fa passare rapidamente sulla pelle per poi effettuare lo strappo senza l’ausilio di strisce. La cera orientale è un metodo meno traumatico per la cute e per i capillari per due motivi: innanzitutto perché la temperatura della cera è moderata e poi perché lo strappo interessa piccole zone per volta che vengono in un certo senso massaggiate dalla pallina.

Se invece non volete togliere la peluria sulla pancia ma vi state piuttosto chiedendo come schiarire i peli, tenete conto che tutte le creme schiarenti contengono sostanze potenzialmente pericolose. Tuttavia, potete provare con la sola acqua ossigenata o con delle tinture naturali. Se volete depilarvi invece ricordate che è importante (farlo sempre ma soprattutto in gravidanza) applicare subito dopo una crema idratante che ripristini il film idrolipidico, alleviando il dolore e il fastidio prodotto dalla depilazione. Attenzione: acquistate una crema idratante che sia priva di composti chimici come i parabeni. Molte donne utilizzano invece apparecchi elettrici o a batteria che catturano i peli dentro a dei piccoli rulli estirpandoli alla radice. In gravidanza questi apparecchi si possono utilizzare purchè non si soffra di gonfiore e di vene varicose perché lo strappo peggiorerebbe la situazione.

In alternativa è possibile radersi col rasoio. Depilarsi con il rasoio non è nocivo ma bisogna fare attenzione a non ferirsi. Ogni piccola ferita è la porta d’ingresso per batteri e infezioni. Se si intende depilarsi con la lametta è meglio acquistare un rasoio elettrico femminile. Altra alternativa è rappresentata dalla ceretta indolore Black Wax, il cui uso in gravidanza è consigliato soltanto dopo aver ascoltato il parere di un medico.

Disclaimer

Su benesseredonnaonline.it sono presenti articoli promozionali con lo scopo di vendita del prodotto sponsorizzato. Tutte le informazioni presenti sul sito hanno esclusivamente uno scopo informativo e possono essere modificate e/o rimosse in qualunque momento. Il sito benesseredonnaonline.it raccomanda di consultare il proprio medico prima di utilizzare un prodotto e non si assume alcuna responsabilità sul cattivo utilizzo che gli utenti potrebbero fare delle indicazioni riportate sulle pagine del sito stesso. <il sito benesseredonnaonline.it non può essere ritenuto responsabile circa la completezza, la veridicità e l’accuratezza del materiale pubblicato (incluse le opinioni di utilizzatori ed esperti estratte dai siti di vendita dei prodotti, da social network o forum) né per qualsiasi eventuale danno causato dall’utilizzo di tali informazioni.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*