Dieta Dottor Mozzi Gruppo 0 positivo e negativo: menù settimanale da seguire

Dieta Mozzi gruppo 0

La dieta del Dottor Mozzi per il gruppo sanguigno 0 (positivo o negativo) è un metodo dimagrante che sta riscuotendo negli ultimi anni un grandissimo successo, sia tra i vip che tra le persone normali. L’obiettivo di questo particolare regime alimentare è quello di suddividere una determinata dieta a seconda dell’appartenenza della persona interessata ad uno dei quattro gruppi sanguigni. In questo articolo ci occuperemo in particolare del menù settimanale da seguire per tutte le persone che hanno il gruppo sanguigno 0 positivo e negativo. Dopo aver analizzato la dieta del gruppo sanguigno A positivo di Mozzi, vediamo così la dieta per il gruppo 0.

La dieta del Dottor Mozzi per il gruppo sanguigno 0: come funziona?

Le teorie del Dottor Mozzi che riguardano questa dieta dei gruppi sanguigni, sono ormai note ai più: nessuna attenzione posta alle calorie o alla divisione dei pasti nelle ore della giornata, ma un regime alimentare basato semplicemente sulla predilezione di alcuni cibi e l’eliminazione di altri, a seconda del proprio gruppo sanguigno. Secondo degli studi effettuati sull’avvento dei nostri progenitori sulla terra e sulla loro antica alimentazione, i nostri antenati avevano una particolare dieta con cibi a loro più congeniali a seconda del periodo storico in cui si trovavano. L’evoluzione umana, quindi, passerebbe anche attraverso il cibo e la capacità diversa che l’uomo ha avuto di procurarselo, secondo vari adattamenti che, permettendogli di sopravvivere, gli hanno anche provocato cambiamenti nel sistema immunitario e determinato la diversificazione degli antigeni nel sangue.

In particolare si è rilevato come il gruppo sanguigno 0 positivo e negativo sia quello più antico, appartenente ai primi uomini apparsi sulla faccia della terra centinaia di migliaia di anni fa all’epoca del Paleolitico. Questi antenati erano coloro che basavano la loro sopravvivenza prevalentemente su quello che avevano a disposizione dalla natura, non essendo né allevatori né agricoltori, e quindi sulla caccia e pesca di altri animali. Gli appartenenti a questo gruppo quindi, digeriscono con difficoltà alimenti che sono arrivati dopo come tutti i latticini e prodotti caseari e i cereali. Partendo dal presupposto che dal punto di vista alimentare non esiste nessuna differenza tra il gruppo 0 positivo e negativo, secondo la dieta del Dottor Mozzi tutte le persone appartenenti a questo specifico gruppo dovrebbero seguire un regime alimentare specifico per migliorare lo stato del proprio organismo e il benessere fisico generale; vediamo quale.

Il menù settimanale da seguire secondo il Dottor Mozzi per il gruppo 0 positivo e negativo

La suddivisione in tabelle alimentari e l’elaborazione di una dieta specifica si deve proprio al Dottor Mozzi, che ha stilato una classifica dei diversi alimenti compatibili e non con i quattro gruppi sanguigni. Per quanto riguarda un ipotetico menù settimanale da seguire per il gruppo 0 positivo e negativo, al lunedì la colazione prevede un tè verde, 1-2 frutti e 5-6 mandorle, a pranzo una zuppa di cannellini, alici e insalata mista, uno spuntino con 3-4 noci prima della cena a base di arrosto di tacchino e carciofi cotti al vapore. Il martedì si parte con uova strapazzate e cime di rapa e ceci a colazione, riso nero con zucchine e gamberetti, tonno alla piastra e insalata mista a pranzo, frutta secca nel pomeriggio e cicoria lessata e arrosto di vitello a cena. Il mercoledì la colazione è a base di latte di mandorle, un frutto e zabaione, a pranzo quinoa con cipolle, zucchine, carote e curcuma, uno yogurt di soia e semi di zucca per lo spuntino, carpaccio di salmone e broccoli lessati per cena.

Il giovedì mattina colazione con karkadè e farinata di ceci; fegato di vitello con finocchi, carote e patate dolci al forno a pranzo; frutta secca nel pomeriggio, sarde al forno con olive e carote crude a cena. Venerdì mattina latte di soia, mele cotte e una fetta di torta di mandorla a colazione; ceci, salmone al forno e insalata di radicchio e barbabietole a pranzo; spuntino con frutta secca e merluzzo alla griglia con biete lessate per cena. Il sabato tè verde e 3-4 focaccine di legumi a colazione, penne di grano saraceno al ragù e insalata mista a pranzo; un pezzo croccante dolce alle mandorle durante lo spuntino e arrosticini di pecora con finocchi crudi la sera a cena. Infine la domenica la colazione è a base di caffè di cicoria e farinata di ceci; riso integrale con zucchine e sgombro e un’insalata mista a pranzo; uno yogurt di soia con una manciata di semi di canapa nello spuntino e una bistecca di manzo ai ferri con spinaci bolliti la sera a cena.

Disclaimer

Su benesseredonnaonline.it sono presenti articoli promozionali con lo scopo di vendita del prodotto sponsorizzato. Tutte le informazioni presenti sul sito hanno esclusivamente uno scopo informativo e possono essere modificate e/o rimosse in qualunque momento. Il sito benesseredonnaonline.it raccomanda di consultare il proprio medico prima di utilizzare un prodotto e non si assume alcuna responsabilità sul cattivo utilizzo che gli utenti potrebbero fare delle indicazioni riportate sulle pagine del sito stesso. <il sito benesseredonnaonline.it non può essere ritenuto responsabile circa la completezza, la veridicità e l’accuratezza del materiale pubblicato (incluse le opinioni di utilizzatori ed esperti estratte dai siti di vendita dei prodotti, da social network o forum) né per qualsiasi eventuale danno causato dall’utilizzo di tali informazioni.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*