Dieta per ipertensione arteriosa: menù da seguire per un’alimentazione iposodica

Dieta ipertensione arteriosa

L’ipertensione arteriosa non è sicuramente una di quelle cose da prendere sotto gamba. I dottori ci dicono spesso di stare attenti a cosa mangiamo, di non esagerare con il sale e di mantenere una dieta sana, oltre che equilibrata. In caso soffriste di ipertensione arteriosa, oggi, con questo articolo, vogliamo aiutarvi a capire che cosa potete mangiare. Abbiamo infatti stilato un menù da seguire in caso soffriste di questo problema. Continuate a leggere per saperne di più.

Ipertensione arteriosa: premesse alimentari

L’ipertensione arteriosa è una malattia che è caratterizzata dall’aumento della pressione del sangue, con valori che superano la norma. È stato dimostrato come questa patologia possa instaurarsi con un consumo eccessivo di sale. Infatti, il sodio, presente in grandi quantità nel sale, aumenta i rischi per determinati disturbi legati al cuore, ai vasi sanguigni, ai reni e all’aumento della pressione. Una corretta alimentazione può, quindi, aiutare a mantenere i livelli della pressione arteriosa nei limiti. In alcuni casi, quando la malattia non è grave o è lieve, una giusta dieta può diventare l’unica terapia possibile. Anche nei casi più gravi, però è importante ricordare come, una dieta equilibrata, insieme all’uso dei farmaci prescritti, possa aiutarvi a mantenere i livelli della pressione arteriosa in modo corretto.

Consigli alimentari generali per l’ipertensione arteriosa

Vediamo prima di tutto, quali sono i consigli dietetici generali per una corretta alimentazione per chi soffre di ipertensione arteriosa.

  • Ridurre in modo considerevole i grassi di origine animale, le bevande zuccherate, e assumere in modo adeguato diverse porzioni di frutta e verdura.
  • Ridurre al minimo il consumo di sale, e aumentare l’assunzione di cibi poveri di sodio.
  • Aumentare l’assunzione di alimenti ricchi di calcio e potassio, che aiutano a ridurre i valori della pressione.
  • Inserire nella propria dieta cibi con pochi grassi saturi e poco colesterolo.
  • Scegliere dei cibi con un alto livello di fibre e amido.
  • Cercare di cucinare senza aggiungere grassi, perciò preferire metodi di cottura quali vapore, piastra, pentola a pressione o griglia.
  • Provare a mangiare cinque volte al giorno in porzioni moderate, cercando di distribuire la quota calorica durante tutto l’arco della giornata.

Menù iposodico contro l’ipertensione arteriosa

Ora che abbiamo parlato dei consigli generali, cerchiamo di andare un po’ più nello specifico. Vediamo insieme quali sono i cibi consigliati, quelli che potete inserire all’interno del vostro menù iposodico, e che vi aiuteranno a mantenere livelli adeguati della vostra pressione arteriosa.

  • Verdure. Come in ogni altra dieta, le verdure sono sempre un alimento consigliato. Potete mangiarle sia cotte che crude, lessate, al vapore o in forno. Esistono molte verdure con diverse caratteristiche, ma contengono i giusti Sali minerali, antiossidanti, vitamine e proteine che aiutano a diminuire i valori della pressione. In particolare vi consigliamo i carciofi e gli spinaci, per l’alto contenuto di potassio.
  • Frutta. Perché se c’è la verdura, non può certo mancare la frutta. Come ormai sappiamo, è molto ricca di vitamine. Vi consigliamo di mangiare frutta di stagione e con la buccia, perché è lì che sono contenute tutte le vitamine che vi serviranno.
  • Legumi. Sono importantissimi per l’alto livello di proteine vegetali. Vi consigliamo di assumerli insieme ai cerali, in modo da avere un piatto unico. Hanno inoltre molto potassio e calcio. Se consumati due o tre volte a settimana, vi possono aiutare con i livelli della pressione.
  • Pesce. Il pesce è sempre preferibile alla carne. Potete mangiarlo tre o quatto volte alla settimana. Vi consigliamo il pesce azzurro che contiene un alto livello di acidi grassi e omega 3.
  • Latte, yogurt scremato, formaggi freschi. Questi prodotti sono ricchi di calcio e potassio. I formaggi freschi come la mozzarella, lo stracchino o la ricotta sono consigliati per non più di due volte a settimana.
  • Pane e pasta. In caso voleste integrare anche le farine alla vostra dieta potete farlo, ma meglio preferire quelli di tipo integrale. Se dovete scegliere tra pasta e riso, il riso è sempre meglio. In caso voleste mangiare il pane, invece, vi consigliamo il pane toscano che contiene meno sale rispetto a quello tradizionale.
  • Carne bianca. Anche la carne è un alimento che si può integrare alla vostra dieta, ma solo se bianca. Importante da ricordare, togliete la pelle e il grasso, in modo da renderla completamente magra.
  • Olio extra vergine. È possibile condire a crudo i vostri piatti con l’olio, ovviamente con moderazione.
  • Erbe aromatiche. Visto che una dieta iposodica viene spesso definita anche poco saporita, vi consigliamo di utilizzare diverse erbe. La maggiorana, l’aglio, il prezzemolo, l’origano, il finocchio, il sedano e il pepe possono aiutarvi ad insaporire i vostri piatti. Anche il limone e l’aceto balsamico possono essere utilizzati.
  • Acqua. È molto importante, come in ogni altra dieta, assumere una buona quantità di acqua al giorno. Gli esperti consigliano di bere almeno un litro e mezzo durante l’arco della giornata. Vi consigliamo inoltre di evitare l’acqua del rubinetto, in quanto può contenere minerali che sfavoriscono la pressione arteriosa.

Disclaimer

Su benesseredonnaonline.it sono presenti articoli promozionali con lo scopo di vendita del prodotto sponsorizzato. Tutte le informazioni presenti sul sito hanno esclusivamente uno scopo informativo e possono essere modificate e/o rimosse in qualunque momento. Il sito benesseredonnaonline.it raccomanda di consultare il proprio medico prima di utilizzare un prodotto e non si assume alcuna responsabilità sul cattivo utilizzo che gli utenti potrebbero fare delle indicazioni riportate sulle pagine del sito stesso. <il sito benesseredonnaonline.it non può essere ritenuto responsabile circa la completezza, la veridicità e l’accuratezza del materiale pubblicato (incluse le opinioni di utilizzatori ed esperti estratte dai siti di vendita dei prodotti, da social network o forum) né per qualsiasi eventuale danno causato dall’utilizzo di tali informazioni.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*