Dieta senza carboidrati e zuccheri: rischi e controindicazioni del “no” drastico

Dieta senza carboidrati

Uno dei modi più veloci per perdere perso è quello di eliminare totalmente da qualsiasi tipo di dieta carboidrati e zuccheri; quasi tutti i regimi alimentari che sono tanto in voga ultimamente, infatti, sembrano concordare sul fatto che l’abolizione delle tentazioni che vengono da pasta, pizza e dolci, costituiscano un rimedio efficace per raggiungere il peso forma ideale. Tuttavia alcuni specialisti non concordano con il “no” drastico a zuccheri e carboidrati, sostenendo che una restrizione di questo tipo abbia delle controindicazioni, e che potrebbe poi portare a dei rischi con l’andare del tempo. Vediamo, quindi, di scoprire che conseguenze ci sarebbero con l’eliminazione definitiva di carboidrati e zuccheri dalla nostra dieta.

Dieta senza carboidrati e zuccheri: gli alimenti da evitare per perdere peso

La cara vecchia dieta mediterranea ipocalorica ultimamente è sempre più fuori moda; nei dibattiti in televisione e sul web, nel caos di specialisti o presunti tali, tutti o quasi sembrano concordare su un punto fondamentale: basta a carboidrati e zuccheri quando si vuole iniziare il periodo di dieta, soprattutto nelle fasi iniziali, in cui sembra necessaria una terapia d’urto importante. Innanzitutto ricordiamo che i carboidrati e gli zuccheri costituiscono una fonte di energia molto preziosa per il nostro organismo, quella cioè che è disponibile in tempi più brevi. Inoltre andando a esaminare gli alimenti “a rischio” che li contengono, ci accorgiamo che molti sono quelli più gustosi e ai quali siamo abituati a non rinunciare con troppa facilità, perché parte della nostra vita di tutti i giorni: pane, pasta, cereali, verdure, zucchero, patate, frutta, pizza e tutti gli altri prodotti da forno. Rinunciare a certe prelibatezze, quindi, non è facile; eppure la guerra alla farina, ai cereali, e quindi al glutine, sta prendendo sempre più piede, soprattutto nella maggior parte delle diete che tanto successo riscuotono da qualche anno a questa parte.

Come si spiega la riuscita di tutti questi proseliti quindi? La risposta è abbastanza intuibile: un tipo di dieta che condanna senza appello carboidrati e zuccheri è portata a riscuotere dei risultati molto più immediati di qualsiasi altra. Che si tratti dell’estremista Dukan, o della dieta metabolica, di quella a zona o dell’iperproteica, l’obiettivo principale è quello di perdere peso nel minor tempo possibile; nulla, infatti, incoraggia di più, quando si segue un regime alimentare, che vedere la lancetta della bilancia abbassarsi settimana dopo settimana. Ed effettivamente l’eliminazione di carboidrati e zuccheri, almeno nella fase iniziale, se applicata con rigidità, dà luogo a molte soddisfazioni: la rinuncia alle cose più golose è dura, inizialmente, ma almeno sembra valerne la pena. L’immediatezza dei risultati dipende fondamentalmente dal fatto che, una volta che l’organismo viene privato della sua fonte primaria di energia, per mantenere le stesse funzioni vitali di prima, il nostro corpo passa a bruciare i grassi contenuti nell’adipe, lasciando intatta la massa magra, che viene alimentata dalle proteine. E’ per questo che si opta spesso per una dieta proteica per dimagrire. Gli alimenti da evitare, però, non sono pochi; oltre a pasta, pane, pizza e dolci, una dieta integralista prevede l’abolizione anche di: riso, frutta secca, miele, arachidi, castagne, bibite gassate, succhi di frutta e alcolici. Rimangono quindi: carne (preferibilmente bianca e magra), pesce, legumi, verdura, formaggi magri e yogurt bianco.

Rischi e controindicazioni della dieta drastica senza carboidrati né zuccheri

Si parla di un regime drastico, quindi, dove bisogna tenere a mente che il “no” definitivo a carboidrati e zuccheri, potrebbe portare ad eventuali rischi e controindicazioni. Innanzitutto partiamo dal fatto che quando si sceglie un regime alimentare simile, bisogna cercare di portarlo avanti per un lungo periodo, e non solo per qualche settimana, giusto il tempo di perdere quei chili di troppo che ci interessano. Anche durante la fase del mantenimento, infatti, molte di queste diete prevedono un apporto minimo di carboidrati o zuccheri, e lasciarsi andare a delle eccezioni, potrebbe comportare il buttare all’aria mesi di sacrifici. Il ritorno, quindi, ad una dieta più ricca ed equilibrata, comporterebbe in molti casi l’incremento proprio di quei chili faticosamente persi.

Ci sono, comunque, rischi e controindicazioni ben più gravi che possono scaturire da un “no” drastico a zuccheri e carboidrati: innanzitutto tutte quelle diete che puntano alla loro sostituzione tramite un apporto maggiorato di proteine, possono comportare delle complicazioni renali; quando i reni sono troppo carichi dell’urea (il materiale di scarto delle proteine) non riescono ad espellerla con facilità, compromettendo la loro funzionalità. Inoltre escludendo del tutto alimenti come quelli indicati sopra, togliereste al vostro organismo l’assunzione delle fonti principali di vitamine, delle quali il corpo non può fare a meno e che non saprebbe prendere da nessun’altra parte. Infine da non sottovalutare è l’eventuale stress psicofisico che deriverebbe dalla rinuncia ai carboidrati, perché l’organismo avrebbe a disposizione pochissimo glucosio per svolgere in modo corretto le proprie funzioni vitali. Di conseguenza un tipo di dieta così drastica è consigliata soltanto per periodi relativamente brevi.

Disclaimer

Su benesseredonnaonline.it sono presenti articoli promozionali con lo scopo di vendita del prodotto sponsorizzato. Tutte le informazioni presenti sul sito hanno esclusivamente uno scopo informativo e possono essere modificate e/o rimosse in qualunque momento. Il sito benesseredonnaonline.it raccomanda di consultare il proprio medico prima di utilizzare un prodotto e non si assume alcuna responsabilità sul cattivo utilizzo che gli utenti potrebbero fare delle indicazioni riportate sulle pagine del sito stesso. <il sito benesseredonnaonline.it non può essere ritenuto responsabile circa la completezza, la veridicità e l’accuratezza del materiale pubblicato (incluse le opinioni di utilizzatori ed esperti estratte dai siti di vendita dei prodotti, da social network o forum) né per qualsiasi eventuale danno causato dall’utilizzo di tali informazioni.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*