Mal di testa in gravidanza, cosa fare contro giramenti e nausea: cause e rimedi naturali

Mal di testa in gravidanza

Come sconfiggere sintomi della gravidanza tra cui mal di testa, nausea e vomito? Vediamo le cause e i migliori rimedi naturali contro questi fastidiosi disturbi. La gravidanza è uno dei periodi più magici e speciali della vita, il corpo della donna si fa ospite di una nuova vita e al termine dei nove mesi dà alla luce un piccolo essere umano. E’ tutt’ora uno dei fenomeni umani più affascinanti e sorprendenti con cui si possa avere a che fare.

Purtroppo però, è da ammettere che il periodo della gravidanza non è tutto rose e fiori per le donne in stato interessante: insieme all’infinita gioia e tenerezza che porta con sé, questo periodo regala infatti tutta una serie di spiacevoli sintomi che se non vengono tenuti sotto controllo possono trasformare i nove mesi dal concepimento al parto in un vero inferno. Tra i disturbi che si presentano più frequentemente, il mal di testa e un forte senso di nausea sono certamente i più comuni, quelli che toccano un po’ tutte le donne incinte. Per questa ragione saranno proprio questi sintomi ad essere analizzati nelle loro cause e per i quali si cercherà di suggerire i migliori rimedi naturali possibili. Dopo aver visto le cause delle false mestruazioni in gravidanza, poniamo dunque attenzione su un altro aspetto importantissimo di questa delicata fase.

Mal di testa in gravidanza, quali le cause e come porre rimedio

Un forte mal di testa può mettere k.o. chiunque, ma il mal di testa da gravidanza è ben altra cosa e difficilmente si sconfigge con un comune Oki per il mal di testa o prodotti simili: questo sintomo si fa sentire in particolare nelle prime settimane di stato interessante ed è particolarmente insidioso perché i mal di testa che sorgono in questa fase, sono particolarmente duraturi e intensi. Le principali cause dietro questo disturbo sono da ricercare nella tempesta ormonale tipica della fase iniziale della gravidanza, tuttavia non è insolito che si uniscano delle altre concause a peggiorare la situazione. Anche al nono mese di gravidanza si possono manifestare sintomi non trascurabili, come abbiamo visto in un nostro precedente articolo.

La difficoltà nel dormire può influire determinando stanchezza e affaticamento dell’organismo; lo stesso vale per la disidratazione, lo stress, la mancanza di zuccheri. Non bisogna dimenticare che quando si porta in grembo il proprio bambino, è necessario bere e mangiare per due. Il piccolo si nutre di ciò di cui si nutre la madre, perciò una corretta alimentazione è davvero fondamentale per mantenere un certo benessere anche nell’arco di questi nove mesi speciali.

I rimedi contro questo sintomo sono molteplici, soprattutto se si è aperti a soluzioni farmacologiche. Tuttavia, a maggior ragione per le donne incinte, i rimedi naturali sono sempre preferibili in quanto meno aggressivi e più rispettosi del naturale funzionamento dell’organismo umano. Dunque bando al paracetamolo!

Si consiglia invece di abbracciare uno stile di vita più sano facendo attenzione – come anticipato – prima di tutto all’alimentazione. Preveniamo la disidratazione bevendo più del solito, anche se non se ne percepisce la necessità. Dimentichiamoci alcool e e pasti ipercalorici e molto zuccherini che contribuiscono a disidratare l’organismo. Anche fare un po’ di esercizio fisico non fa certo male: l’attività fisica contribuisce infatti alla produzione di morfina, che è una sorta di antidolorifico naturale. Infine, altro rimedio naturalissimo e che più essere molto efficace è quello di farsi massaggiare la zona delle tempie e del collo, da qualcuno che abbia un buon tocco.

Giramenti di testa con nausea e vomito in gravidanza: come comportarsi

Nausea e vomito sono forse i primi sintomi che si associano alla gravidanza. È praticamente impossibile sfuggirvi perché si tratti di disturbi fisiologicamente legati allo stato interessante. Si presentano normalmente intorno alla dodicesima settimana dal concepimento, ma non è raro che la nausea si presenti anche negli ultimi mesi. Le cause che stanno alla base di questi disturbi sono molteplici: innanzitutto, la gravidanza genera un processo di difesa immunitaria che incide sul funzionamento del metabolismo. In secondo luogo, gli sbalzi ormonali tipici di questa fase, influenzano anche il funzionamento di intestino e stomaco, intaccando le funzioni muscolari che realizzano la digestione.

Ma, ancora, possono esserci cause di natura psicologica alla base di questo disturbo. L’ansia per l’enorme cambiamento che si sta per vivere può giocare brutti scherzi, e lo stesso vale per le emozioni contrastanti che spesso si provano in relazione alla gravidanza stessa. Tutti questi fattori possono infatti influenzare il sistema neurovegetativo, vale a dire la parte del sistema nervoso coinvolta in una serie di funzioni tra cui la digestione.

Basta qualche piccolo accorgimento per tenere sotto controllo questi sintomi: adesso più di prima, il mantra da tenere sempre ben presente è uno: fate attenzione all’alimentazione. Mangiando poco e spesso durante la giornata, non affaticherete i muscoli addetti alla digestione, compiendo il primo passo verso la soluzione del problema. Gli spuntini più adatti durante la giornata sono gli snack asciutti quali craker, frutta secca, biscotti. Evitate a tutti i costi i cibi che aumentano l’acidità – succhi d’arancia, caffè – . Evitate poi di stare a contatto con fonti di odori forti, la vostra sensibilità agli odori aumenterà notevolmente durante la gravidanza, anche un fiore particolarmente profumato potrebbe stimolare un conato di vomito.

Infine, per lenire i sintomi di cui stiamo trattando, se hanno un’origine di natura psicologica, è sempre consigliabile dedicare un po’ di tempo alla cura della propria psiche, cercando di raggiungere uno stato di rilassatezza e pace, tale da diffondere benessere anche in tutto il proprio corpo. Dedicare qualche ora allo yoga o alla meditazione può portare a risultati davvero inattesi!

Disclaimer

Su benesseredonnaonline.it sono presenti articoli promozionali con lo scopo di vendita del prodotto sponsorizzato. Tutte le informazioni presenti sul sito hanno esclusivamente uno scopo informativo e possono essere modificate e/o rimosse in qualunque momento. Il sito benesseredonnaonline.it raccomanda di consultare il proprio medico prima di utilizzare un prodotto e non si assume alcuna responsabilità sul cattivo utilizzo che gli utenti potrebbero fare delle indicazioni riportate sulle pagine del sito stesso. <il sito benesseredonnaonline.it non può essere ritenuto responsabile circa la completezza, la veridicità e l’accuratezza del materiale pubblicato (incluse le opinioni di utilizzatori ed esperti estratte dai siti di vendita dei prodotti, da social network o forum) né per qualsiasi eventuale danno causato dall’utilizzo di tali informazioni.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*