Gli integratori alimentari fanno male o bene alla salute?

C’è chi li prende per lo sport e c’è chi li assume per dimagrire o arricchire sostanze delle quali si è carenti. Gli integratori alimentari sono ad oggi una questione che è sempre più al centro dell’attenzione mediatica e non soltanto. Ebbene, nei paragrafi che da qui si diramano vedremo di chiarire la situazione cercando di rispondere non soltanto alla questione in oggetto, cioè se gli integratori alimentari fanno male o bene alla salute.

Gli integratori alimentari fanno male: verità o bufala?

È recente la notizia secondo la quale ogni anno negli Stati Uniti d’America gli integratori alimentari sono la ragione per la quale pressappoco 20 mila persone vanno al pronto soccorso, come ha riportato Focus in un recente approfondimento. In quell’occasione uno dei più grandi produttori di integratori al mondo noto come GNC Holdings Inc aveva dovuto pagare oltre 2 milioni di dollari al fine di evitare l’avvio di azioni penali federali relative all’accusa di vendita di polveri e pillole illegali. Rientra sempre in quel discorso il provvedimento emesso dalla Food and Drug Administration che obbligava vari produttori di integratori a ritirare alcuni dei loro prodotti in seguito al ritrovamento di molecole illegali e potenzialmente pericolose.

Altri recenti studi sull’efficacia degli integratori alimentari portati a termine dalla FISV (acronimo di Federazione Italiana Scienze della Vita) e dalla SIF (acronimo di Società Italiana di Farmacologia) in aggiunta ad altre comunità scientifiche specializzate, questi ultimi non hanno particolari benefici circa la prevenzione primaria e secondaria di malattie correlate a carenze nutrizionali. Il che vuol dire che i dubbi sulla loro efficacia continuano ancora ad essere parecchi e, con tutta probabilità, è proprio da qui che potrebbero arrivare le numerose dichiarazioni relative al fatto che facciano male.

Questo breve cappello introduttivo potrebbe in qualche modo fungere da punto di partenza per quanto concerne la domanda in oggetto: si tratta di una verità o di una bufala il fatto che gli integratori alimentari fanno male? Ebbene, in situazioni come quella che abbiamo appena menzionato la risposta è piuttosto palese.

Il discorso cambia poi se tale discorso viene affrontato su un ordine non più tanto ristretto, ma se gode piuttosto di un’orizzonte abbastanza ampio da poter essere considerato e preso in esame secondo linee più generali. Insomma c’è anzitutto da chiarire un fatto che probabilmente in molti non conoscono. Gli integratori alimentari sono in sostanza degli alimenti in forma concentrata, niente di più e niente di meno. Non si tratta cioè di prodotti che hanno particolari legami con farmaci o sostanze dopanti.

Considerato che anche le proteine del latte in polvere possono essere considerate degli integratori alimentari alla stregua di quelli che di solito vengono assunti dagli sportivi quali gli amminoacidi e le proteine, utilizzare gli integratori in una dieta non è altro che un modo per sopperire ad alcune mancanze dell’organismo senza la necessità di caricare l’organismo di altri nutrimenti che al contrario non ci servono.

E allora come mai molto spesso si leggono dichiarazioni e articoli che sostengono che gli integratori alimentari fanno male? Il principio è chiaro e abbastanza intuibile. Come per tutte le cose non bisogna abusare nell’assunzione degli integratori alimentari, documentandosi il più possibile al riguardo e, se possibile, rivolgersi direttamente a un medico o a un nutrizionista di fiducia (soluzione più saggia, in particolare se si pensa che gli integratori alimentari servano per una particolare attività sportiva).

Di qui, gli integratori alimentari potrebbero davvero far male se si superano le dosi consigliate da una parte, o finanche se si scelgono prodotti che si pubblicizzano come miracolosi dall’altra. In questi casi, il buonsenso, specialmente relativamente alla pubblicizzazione è l’arma migliore per difendersi contro spiacevoli imprevisti. Piuttosto, il suggerimento migliore rimane sempre quello di integrare, ove possibile, utilizzando integratori alimentari che siano veramente naturali.

Se poi dovessero sorgere dei dubbi relativi o all’assunzione o alle proprie particolarità fisiche, consultare il proprio medico di fiducia o un esperto del settore come un nutrizionista è sicuramente una scelta vivamente consigliata, consigliata specialmente qualora il desiderio di assumere gli integratori alimentari coincida con la questione relativa al dimagrimento, argomento che trattiamo nel paragrafo che segue.

Effetti collaterali degli integratori alimentari: fanno ingrassare?

Leggere ciò che riporta il Ministero della Salute stesso nella sua pagina presente sul sito web ufficiale per quanto concerne gli integratori alimentari è sicuramente interessante e coerente con la domanda secondo la quale questi ultimi vengono in molti casi considerati come prodotti che fanno ingrassare.

Si legge che “gli integratori alimentari sono dei prodotti alimentari il cui scopo è integrare la dieta comune e costituire una fonte concentrata di sostanze nutritive come i minerali, le vitamine o tutte quelle sostanze che hanno un effetto nutritivo e fisiologico, in specie, ma non in via esclusiva, gli amminoacidi, gli acidi grassi essenziali, le fibre e gli estratti di origine vegetale, monocomposti e pluricomposti, di forma predossate”.

Alla luce di ciò, sostenere che gli integratori alimentari fanno ingrassare è una banalità bella e buona. Il motivo per il quale spesso si sente dire che gli integratori alimentari sono ragione di un aumento di peso è fondamentalmente la loro poca efficacia per dimagrire. O meglio, esistono vari integratori per dimagrire come il gambo d’ananas, la papaina et similia. Tuttavia, anche in questo caso se prendiamo in considerazione quanto riportano spesso le pubblicità, rimanere delusi è piuttosto facile e frequente.

C’è un fatto: la maggior parte degli integratori dimagranti non ha dimostrazione alcuna d’efficacia che assicuri quanto riportato nelle confezioni e nelle campagne pubblicitarie. Di qui il consiglio che già avevamo menzionato nel paragrafo precedente: documentarsi molto e chiedere a una figura esperta dei pareri in merito a un singolo prodotto selezionato.

L’ingrassamento dovuto agli integratori alimentari deriva un po’ da questo e un po’ dall’indiscutibile aumento dell’apporto calorico differenziato a seconda della sostanza che, in mancanza di una dieta adatta, potrebbe dunque essere un contributo in più a quei chili accumulati. Insomma, anche qui è necessario valutare caso per caso ma, in linea di massima, gli integratori alimentari non fanno ingrassare.

Come gli integratori alimentari possono prendersi cura della salute

Se siete giunti fin qui potete finalmente saperne di più relativamente al vero e proprio supporto che gli integratori alimentari possono dare alla salute di chi li assume. Come abbiamo già più volte indicato, specialmente per gli atleti o per chi pratica sport, aggiungere degli integratori alimentari alla propria dieta potrebbe essere fondamentale e talvolta obbligatorio.

A questo proposito è stato condotto di recente uno studio pubblicato sul magazine online Vailo, dove sono stati riportati i 10 integratori alimentari più utili alla salute. Questa speciale classifica ha preso in considerazione gli integratori per capelli, quelli per dimagrire (i cosiddetti brucia-grassi) e, appunto, quelli per lo sport e in modo specifico per chi ama andare in palestra per curare il proprio benessere fisico.

Per gli sportivi, ma anche per chi necessita l’integrazione di alcune particolari sostanze, gli integratori alimentari sono un valido aiuto su vari fronti. Ce ne sono alcuni che sono preziosi per migliorare lo sport e l’attività fisica, altri per il recupero da sforzi e per contrastare l’affaticamento e altri ancora per prevenire l’insorgere di malanni e problemi di vario genere.

È chiaro, non bisogna farsi troppe illusioni. Pur avendo realmente una necessità di integrare un qualche tipo di sostanza di cui l’organismo ha bisogno i miglioramenti saranno ciò nonostante modesti. D’altronde la stabilità del sistema è garantita già dal nostro organismo e l’assunzione di integratori alimentari non può far altro che migliorare quell’aspetto che contribuisce al rendimento generale. D’altra parte la carenza di vitamine e minerali può portare l’individuo a seri problemi di salute. Di qui la necessità dell’integrazione.

Molto spesso, i motivi che stanno dietro ai vari articoli e accuse relative al fatto che gli integratori sono un male per la cura della salute sono semplicemente l’interesse mediatico che siffatti argomenti suscitano nelle persone.

Di tutto ciò resta un fatto. Gli integratori stimolano le difese immunitarie, proteggono il fisico da malattie, e restituiscono l’energia perduta apportando benefici al corpo intero soltanto nel caso in cui l’organismo difettasse di qualcosa. Il rovescio della medaglia è tuttavia dietro l’angolo. Dosi eccessive e aspettative troppo elevate sono il motivo per il quale l’opinione diventa ancora oggi presto negativa. D’altronde citando quanto avevamo riportato in esergo: “Gli integratori sono in sostanza degli alimenti in forma concentrata, niente di più e niente di meno.”E qui possiamo concludere.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*