Dieta in bianco ricette: cosa mangiare per gastrite, colite, fegato e diarrea, bambini e adulti

Dieta in bianco

I disturbi che riguardano lo stomaco o il fegato, e più in generale l’apparato digerente, spesso possono essere molto spiacevoli e magari costringerci a casa per più di qualche giorno. Di medicinali in commercio ce ne sono molti che si occupano di questo tipo di patologie, sebbene nei casi meno gravi basti una semplice ma efficace dieta in bianco. Vediamo allora cosa mangiare in caso di gastrite, colite o diarrea e le ricette adatte ad adulti e bambini.

Gastrite, colite, diarrea o disturbi del fegato: cosa mangiare nella dieta in bianco

La dieta in bianco, sebbene con le dovute distinzioni, è un tipo di regime alimentare che viene generalmente consigliato per chi soffre di diversi disturbi intestinali o del fegato; è valida anche per la diarrea, dove è necessario soprattutto controbilanciare, sia per gli adulti che per i bambini, la perdita importante di liquidi. In questo caso, infatti, bisogna innanzitutto bere molta acqua, evitando invece bevande alcoliche o gassate, che potrebbero addirittura peggiorare la situazione; inoltre bisogna ricordarsi che bisogna bere ma a piccoli sorsi e lentamente, per non irritare ulteriormente l’intestino. A tavola bisognerebbe prediligere alimenti come i farinacei, il riso, le carni bianche magre, il pesce lesso e i formaggi non stagionati, ma freschi, oltre ad albicocche, ananas e limone, condendo il tutto con poco olio extra vergine di oliva esclusivamente a crudo. Per quanto riguarda la colite, o sindrome del colon irritabile, la dieta in bianco prevede più o meno gli stessi alimenti: anche qui da evitare sono le salse, i condimenti speziati, le cotture troppo lunghe e le fritture, ma soprattutto bisognerebbe assumere molte fibre, dalla frutta ad esempio, o dai cereali, che aiutano a regolare naturalmente l’intestino. Consigliati, in questo caso invece, i formaggi stagionati a scapito di quelli freschi, anche se con moderazione.

Cosa mangiare, invece, se si è affetti da gastrite? Questa patologia si manifesta quando la mucosa gastrica è affetta da un’importante infiammazione; può essere acuta o cronica e può portare all’evidenza di molti sintomi, quali: nausea, vomito, alitosi, aerofagia, amaro in bocca, sensazione generale di pienezza e disagio anche a stomaco vuoto. Sebbene non esistano rimedi o diete definitive per questo tipo di patologia, anche qui ci sono alcuni alimenti particolarmente consigliati della dieta in bianco a discapito di altri, per tentare almeno di ridurre il fastidio; ad esempio fette biscottate e cracker, carni bianche magre, formaggi freschi, riso, patate, avena, zucchine, carote, finocchi ed infusi di malva o camomilla. Ricordarsi inoltre di bere molta acqua in piccole quantità durante il giorno, e di condire le pietanze sempre a crudo, mangiando lentamente e masticando tanto e prediligendo le cotture semplici e al vapore.

Dieta in bianco: le ricette per bambini e adulti

La dieta in bianco di per sé non è sempre molto gustosa: i restringimenti sono numerosi e le cotture al vapore con i condimenti a crudo non stimolano molto la fantasia; eppure con degli accorgimenti e delle ricette particolari si può tentare di rendere il tutto meno noioso, sia per gli adulti che per i bambini. Partendo proprio dai più piccoli, per alleviare i dolori e i disturbi derivati dai vari problemi intestinali, proviamo un risotto cremoso: in una pentola preparate un brodo leggero a base di carota, sedano e patata; quando sarà pronto cuocete il riso aggiungendo il brodo, facendo attenzione a non far ritirare troppo l’acqua, ma mantenendolo cremoso. A cottura conclusa, aggiungere un po’ della carota e della patata schiacciate e fate mantecare alla fine con abbondante parmigiano o formaggino sciolto.

Per gli adulti le ricette in realtà non cambiano molto: la cosa importante da ricordare è che quando si soffre di disturbi intestinali bisogna evitare il pomodoro (soprattutto la buccia) e quindi se si vuole fare la pasta o il riso, questi devono essere rigorosamente in bianco, proprio come vuole la dieta. Come primo piatto, per variare, si può provare anche una polenta in bianco, condita con olio a crudo e parmigiano (senza pepe, carne o pomodoro); per secondo prendete un filetto di merluzzo e cospargetene la parte superiore con mollica secca di pane e prezzemolo e fatelo cuocere al forno; a parte lessate le patate e conditele con un goccio d’olio e del prezzemolo. Una volta che il pesce è pronto, spruzzate sopra un po’di limone e mangiatelo insieme alle patate.

Disclaimer

Su benesseredonnaonline.it sono presenti articoli promozionali con lo scopo di vendita del prodotto sponsorizzato. Tutte le informazioni presenti sul sito hanno esclusivamente uno scopo informativo e possono essere modificate e/o rimosse in qualunque momento. Il sito benesseredonnaonline.it raccomanda di consultare il proprio medico prima di utilizzare un prodotto e non si assume alcuna responsabilità sul cattivo utilizzo che gli utenti potrebbero fare delle indicazioni riportate sulle pagine del sito stesso. <il sito benesseredonnaonline.it non può essere ritenuto responsabile circa la completezza, la veridicità e l’accuratezza del materiale pubblicato (incluse le opinioni di utilizzatori ed esperti estratte dai siti di vendita dei prodotti, da social network o forum) né per qualsiasi eventuale danno causato dall’utilizzo di tali informazioni.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*