Test di gravidanza positivo: quante probabilità ci sono che è sbagliato?

Test gravidanza positivo

Il vostro test di gravidanza risulta positivo? Quanto probabilità ci sono che sia sbagliato? Cerchiamo con questo articolo di sciogliere un po’ di dubbi che attagliano spesso molte donne, specie durante la prima gravidanza i cui dubbi e incertezze sono all’ordine del giorno, riguardo problemi come il calcolo delle settimane di gravidanza (visto in passato) e non solo.

Test di gravidanza “casalingo” o in laboratorio: differenze nelle probabilità di errore

Cominciamo con il precisare che c’è una differenza tra il test di gravidanza eseguito in laboratorio – i cui risultati possono raramente risultare errati – e quelli “fatti in casa“. Questi ultimi sono quelli che bene o male conosciamo tutti: uno stick che entrando in contatto con l’urina, genera un risultato che può essere positivo – nel caso in cui si è incinte – o negativo – nel caso in cui non lo si è. Nello specifico all’interno delle urine è presente un ormone, la gonadotropina corionica umana, la beta HCG.

Questo tipo di ormone è prodotto dall’organismo solo se è avvenuto il concepimento. Tale ormone viene prodotto circa 6-12 giorni dopo il concepimento, quando l’embrione viene impiantato nell’utero. Vedremo successivamente quanta attendibilità abbia questo tipo di test di gravidanza.

Si sente spesso parlare di falso negativo falso positivo, vediamoli adesso nel dettaglio. Il fatto che l’ormone HCG venga prodotto circa 6-12 giorni dopo il concepimento spiega il fenomeno noto come “falso negativo”, ovvero come risultato il test di gravidanza da negativo, ma in realtà è ancora troppo presto per evidenziare i livelli di questo ormone nelle urine. Capita infatti che ripetendo successivamente il test dopo qualche giorno, risulti poi essere positivo. Le probabilità del falso negativo non sono basse, proprio per il motivo sovra descritto.

Diverso è il caso del fenomeno noto invece come “falso positivo” che presenta infatti un’anomalia. Quest’anomalia è generata dal fatto che nell’organismo l’ormone beta HCG non viene normalmente prodotto dal momento in cui è un tipo di ormone che si presenta solo ed esclusivamente quando in atto c’è una gravidanza. Il falso positivo è una rarità, ma ciò non toglie che potrebbe comunque verificarsi. Vediamo quali sono i casi in cui questo fenomeno può verificarsi:

  • assunzione di farmaci contenenti HCG;
  • aborto spontaneo. Questo può verificarsi soprattutto nelle prime gravidanze durante le prime settimane di gestazione;
  • presenza di cisti nelle ovaie;
  • malattia epatica;
  • tumore.

Può ovviamente capitare che il risultato del test di gravidanza denominato “casalingo” – quello quindi che si compra in farmacia – possa dare un risultato sbagliato perché si è verificato un errore nella procedura del test.

Uno studio sul test di gravidanza positivo sbagliato

È stato eseguito in America uno studio che in generale ha dimostrato che i test di gravidanza eseguiti in casa hanno una percentuale di accuratezza pari a quella dei test che vengono invece eseguiti in laboratorio. Ciò che in aggiunta è stato inoltre dimostrato è che la precisione del risultato va affidata anche alla supervisione di una persona esperta che valuti l’intera procedura al fine di confermare la correttezza della stessa. Un altro dato interessante ricavato da questo studio americano sulla validità dei test di gravidanza, specie in relazione alla domanda del presente articolo, è che tale test eseguito a casa da un risultato errato 1 volta su 4.

Giunti al termine del presente articolo e dopo aver analizzato – seppur superficialmente – lo studio americano sui test di gravidanza “casalinghi” riassumiamo brevemente quanto ci siamo detti. Si può affermare – quasi con certezza – che i test di gravidanza sono spesso molto affidabili, ma ciò non toglie la probabilità che si possa verificare un errore. La probabilità è molto bassa, circa il 3%. Sicuramente ripetere il test di gravidanza è utile per avere la certezza di una presunta gravidanza, ma come ovvio che sia, per avere la piena certezza è sempre bene svolgere determinati accertamenti e analisi cliniche che attestino l’inizio della gravidanza o meno.

Disclaimer

Su benesseredonnaonline.it sono presenti articoli promozionali con lo scopo di vendita del prodotto sponsorizzato. Tutte le informazioni presenti sul sito hanno esclusivamente uno scopo informativo e possono essere modificate e/o rimosse in qualunque momento. Il sito benesseredonnaonline.it raccomanda di consultare il proprio medico prima di utilizzare un prodotto e non si assume alcuna responsabilità sul cattivo utilizzo che gli utenti potrebbero fare delle indicazioni riportate sulle pagine del sito stesso. <il sito benesseredonnaonline.it non può essere ritenuto responsabile circa la completezza, la veridicità e l’accuratezza del materiale pubblicato (incluse le opinioni di utilizzatori ed esperti estratte dai siti di vendita dei prodotti, da social network o forum) né per qualsiasi eventuale danno causato dall’utilizzo di tali informazioni.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*